APPROVATA LA GRADUATORIA PROVVISORIA BANDO ERP 2009

Venerdì 13 Agosto 2010 12:59 Articolo letto 1795 volte

Stampa

graduatoria erp 2009

Si è conclusa l’istruttoria del Bando E.R.P. anno 2009 con l’approvazione della graduatoria provvisoria per l’assegnazione di alloggi popolari. Nei prossimi giorni i 185 partecipanti potranno visionare la graduatoria, che verrà affissa all’Albo Pretorio comunale, presso lo sportello polifunzionale di Punto Comune e presso la bacheca dei Servizi Sociali. Si registra una forte domanda di alloggi da parte di cittadini extracomunitari (il 40% del totale a fronte del 33% del bando 2007).

 

Rispetto all’ultimo bando del 2007, a cui avevano partecipato 224 nuclei familiari, l’Amministrazione Comunale ha modificato alcuni punteggi con l’intento di dare una risposta ai nuclei familiari maggiormente bisognosi residenti nel territorio moglianese da più anni: anziani ultrasessantenni, invalidi, famiglie con minori a carico.

 

Considerato che nei prossimi anni non è prevista la consegna di nuovi alloggi popolari, le risorse abitative saranno legate esclusivamente agli alloggi “di risulta” che si renderanno nuovamente disponibili. Analizzando l’andamento delle assegnazioni degli scorsi anni è ipotizzabile, pertanto, che i nuclei che potranno beneficiare di un alloggio di ERP sono classificati nelle prime 30 posizioni. Scorrendo le prime 30 posizioni in graduatoria ERP 2009 risulta che:

 

- il 60% dei nuclei è composto da anziani o soggetti con handicap;

- il 30% è composto da famiglie con minori a carico;

- oltre l’80% risiede a Mogliano Veneto da oltre 10 anni;

- il 25% è composto da nuclei di cittadini extracomunitari (a fronte del 30% registrato nell’ultimo bando).

 

La Commissione Tecnica Comunale chiamata a valutare tutte le domande presentate si è riunita 9 volte, al termine delle quali si sono registrate anche n. 26 domande escluse dalla graduatoria per i seguenti motivi: mancata integrazione documenti o redditi (10 domande), rinuncia da parte del richiedente (8 domande), mancanza dei requisiti previsti dalla legge (4 domande), presentazione fuori termine (3 domande), decesso del richiedente (1 domanda).