CHIARA VALERIO OSPITE A “PAROLE DI CARTA”

Venerdì 17 Gennaio 2020 13:55 Articolo letto 314 volte

Stampa

il-cuore-non-si-vede-copertina.jpegMartedì 21 gennaio (ore 20.45), al centro sociale di Piazza donatori di sangue, Chiara Valerio presenta il suo ultimo libro Il cuore non si vede, dialogando con l’autore Claudio Panzavolta, nell’ambito della rassegna "Parole di Carta" organizzata dall’associazione 42linee e patrocinata dall’Amministrazione comunale di Mogliano Veneto.

 

L’ingresso è gratuito.

Scarica la locandina.

 

Il cuore non si vede, Einaudi, 2019

Una mattina, dopo sogni inquieti, Andrea Dileva si sveglia senza cuore. Non è morto, certo, ma forse non è vivo. Semplicemente sta scomparendo sotto gli occhi severi e distratti delle (troppe?) donne che gli stanno intorno. Perché siamo fatti di legami oltre che di tendini, muscoli e ossa. Di allegrie immotivate, mancanze, ferite, amori imperfetti.

Andrea Dileva, quarantenne, studioso, curioso, professore di greco, si sveglia un giorno senza il cuore. Laura vive con lui, è abituata alle sue mancanze, ma questa proprio non se l’aspettava. Carla in teoria sarebbe la sua amante, ma a casa ha un cane, un bimbo, un marito, e poi con il corpo di Andrea ha sempre avuto un rapporto difficile, in fin dei conti le va bene anche così. Forse Simone avrebbe la fantasia per capire com’è che l’amico di mamma sta perdendo i pezzi, d’altronde è stato proprio lui a raccontargli storie di leviatani giganti e donne con la coda di pesce. Ma Simone ha otto anni e nessuno ha chiesto il suo parere. Andrea cerca dappertutto una storia che assomigli alla sua, senza trovarla: eppure era convinto che la mitologia fosse l’archetipo di ogni cosa. Certo, se l’umanità intera ha il terrore di morire, deve prendere atto che per lui è diventato impossibile. Come può smettere di battere un cuore che non c’è più? Chiara Valerio racconta con una leggerezza rara le metamorfosi delle relazioni e la loro meccanica involontaria. Se la storia di un uomo che scompare scintilla di ironia e passione, questa è l’occasione della letteratura.

 

 

Chiara Valerio

Scauri, 1978

Vive a Roma e a Venezia, è responsabile della narrativa italiana della casa editrice Marsilio e lavora a Rai Radio3, dove conduce il programma L'Isola Deserta ed è consulente per il programma Ad Alta Voce.

Ha studiato e insegnato matematica per molti anni e ha un dottorato di ricerca in calcolo delle probabilità. Ha scritto romanzi, racconti, saggi e testi teatrali. Tra le sue pubblicazioni: A complicare le cose, robin, 2003, La gioia piccola d'esser quasi salvi, nottetempo, 2009, Spiaggia libera tutti, Laterza, 2012.

Per Einaudi, ha pubblicato Almanacco del giorno prima, 2014, Storia umana della matematica, 2016 e Il cuore non si vede, 2019.

Redattore di Nuovi Argomenti, collabora con la Repubblica e il mensile Amica.

Per nottetempo, ha tradotto e curato Flush, Freshwater Tra un atto e l'altro di Virginia Woolf.

 

 

Claudio Panzavolta

Faenza, 1982

Dopo la laurea in Storia all’Università di Bologna, ha studiato Sceneggiatura cinematografica e televisiva a Roma. Suoi racconti e contributi sono apparsi su Flanerí MagPastrengo e Rifrazioni.

Lavora come junior editor della narrativa italiana alla Marsilio Editori.

Ha pubblicato il romanzo L'ultima estate al Bagno Delfino, Isbn Edizioni, 2014. Il suo nuovo romanzo uscirà nel corso del 2020 per Rizzoli.