Aree tematiche

Unioni Civili

Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Normative:


Il 5 giugno 2016 è entrata in vigore la legge 76/2016, che prevede la possibilità di costituire una unione civile tra due persone maggiorenni dello stesso sesso con dichiarazione di fronte all'ufficiale di stato civile del Comune, alla presenza di due testimoni.

Il 29 luglio 2016 è entrato in vigore il Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 23.07.2016 n.144 che detta le disposizioni transitorie per la registrazione delle unioni civili.

In data 12/02/2017 sono entrate in vigore le norme definitive (D. LGS. nn. 5, 67 del 19/01/2017 pubblicate in Gazzetta Ufficiale il 27/01/2017).

 

Le parti possono scegliere il Comune ove costituire l'unione e presso il quale registrare la richiesta e la dichiarazione costitutiva di unione civile. Hanno inoltre la possibilità di costituire un'Unione Civile in un comune diverso da quello inizialmente scelto, su delega dell'Ufficiale dello Stato Civile.

 

 

Procedimento:


La costituzione dell'unione civile deve essere preceduta dalla registrazione (processo verbale) della richiesta congiunta delle due parti, che serve per verificare che ci siano le condizioni di legge per effettuare la formale dichiarazione. (clicca qui per scaricare il modulo di richiesta)

Il verbale viene sottoscritto, previo appuntamento, alla sola presenza delle due parti.

L'Ufficiale dello Stato Civile ha tempo 30 giorni per effettuare gli accertamenti sulla eventuale sussistenza di impedimenti;

Le parti hanno 180 giorni successivi alla data del verbale per procedere alla costituzione dell'Unione Civile.

Gli interessati indicano formalmente data e ora della costituzione dell'Unione Civile, quindi si procederà alla costituzione dell'unione e alla registrazione dell'atto, alla presenza personale delle parti e di due testimoni di fronte all'Ufficiale dello Stato Civile.

Le parti potranno stabilire, mediante dichiarazione all'Ufficiale dello Stato Civile di assumere per la durata dell'Unione Civile un cognome comune, scegliendolo tra i loro cognomi o di anteporre o posporre al cognome comune il proprio, in analogia a quanto previsto dall'art. 143 – bis del C.C.

antalya escort adana escort ankara escort hatay escort bodrum escort gaziantep escort kayseri escort samsun escort afyon escort manisa escort