Aree tematiche

ROBERTO MASIERO PRESENTA “DRAGAN L’IMPERDONABILE”

Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Immagine dragan.jpgLunedì 17 febbraio (ore 18.00) nella Sala consiliare del Municipio in piazza Caduti 8, Roberto Masiero presenta il suo nuovo romanzo Dragan l’imperdonabile. A intervistare l’autore e interpretare le letture, Silvia Battistella, accompagnata musicalmente del M.o Silvano Borin.

 

L’evento è patrocinato dall’Amministrazione della città di Mogliano Veneto.

L’ingresso è gratuito.

Scarica la locandina.

 

 

Dragan l’imperdonabile (Infinito Edizioni, 2019)

Una donna italiana, ferita da un amore sbagliato, ed un serbo di Bosnia dal passato sconosciuto che il destino fa incontrare, sono i protagonisti di un romanzo storico dai forti connotati psicologici, parzialmente ambientato nei dintorni di Mogliano Veneto agli inizi degli anni Novanta.

Nella vita solitaria di Giada, giovane cassiera di un supermercato, che cerca sicurezza nel dialogo con una bambina generata dalla propria fantasia, entra come un fulmine il dramma della recente, sanguinosa guerra in Bosnia Erzegovina. Il romanzo parla soprattutto con la voce delle donne, dove non è protagonista la guerra ma il terribile meccanismo che sta alla base dei pregiudizi etnici con le loro conseguenze.

Dragan, giovane ex insegnante di Višegrad, fuggito in Italia per ragioni misteriose, si arrabatta come può nella precarietà e trova alloggio provvisorio nel parco abbandonato di Veneland. Tra lui e Giada viene a stabilirsi uno strano rapporto. Il serbo bosniaco, spirito pratico, si rivela una specie di angelo custode al servizio della ragazza, fino a quando emergono dei retroscena inquietanti e il romanzo si tinge di tinte fosche…

Pagine tese, dai toni pungenti, alternate a sprazzi di delicata introspezione e paesaggi dell’anima, ci avvicinano alla realtà di un conflitto vicino nel tempo, largamente incompreso, che rimanda alla questione irrisolta sulla natura contraddittoria dell’essere umano, sempre in bilico tra l’aspirazione ad una limpidezza irraggiungibile e l’abisso dei propri istinti peggiori, di cui sono vittime i più deboli e in particolare le donne.

 

 

Roberto Masiero è nato da genitori veneti e cresciuto a Bolzano, in anni in cui era forte la tensione tra popolazioni di diversa estrazione linguistica. Risiede a Mogliano Veneto e nel corso della sua vita ha coltivato una vera avversione per ogni forma di pregiudizio. Scrive principalmente narrativa con qualche fuga nella poesia. Tra le sue principali pubblicazioni: la raccolta di racconti Una notte di niente (Editing, 2005), i romanzi Mistero animato (Mobydick, 2009), La strana distanza dei nostri abbracci (Meligrana, 2013), L’illusione che non basta (Meligrana, 2017) e Dragan l’imperdonabile (Infinito edizioni, 2019).

 

Silvia Battistella è docente de Il Portolano Scuola di Scrittura Autobiografica di Treviso collabora con Cartacarbone Festival fin dalla prima edizione. Ha pubblicato numerose sillogi poetiche, riscuotendo ambitissimi riconoscimenti su scala nazionale. Recentemente ha esordito con la raccolta di racconti La felicità elementare (Ed. Cleup, 2018). Appassionata di lettura ad alta voce, è co-ideatrice e promotrice delle Letture Selvagge, serate itineranti e corsare dedicate allo scambio letterario. Nei reading presta la sua voce agli autori ed ai poeti amici.

 

Silvano Borin fin da bambino suona la fisarmonica. È diplomato in pianoforte al conservatorio C. Pollini di Padova. Ama cimentarsi in generi musicali diversi, spaziando dalla musica classica alla canzone d’autore, fino al repertorio popolare. Riassume tutte queste esperienze nel sottolineare col suono i versi e le parole, collaborando con vari esponenti della poesia e letteratura del trevigiano.

antalya escort adana escort ankara escort hatay escort bodrum escort gaziantep escort kayseri escort samsun escort afyon escort manisa escort