Aree tematiche

NON AUMENTERA’ LA TARI NEL 2018 A MOGLIANO, LA DIFFERENZIATA MIGLIORA

Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

tari_rifiuti.jpgPer il quarto anno consecutivo la tariffa rifiuti rimane bloccata, nonostante l’inflazione in crescita. Un plauso ai cittadini virtuosi

 

“La tariffa rifiuti (TARI) per i cittadini di Mogliano Veneto anche nel 2018 non aumenterà e rimarrà ai livelli del 2014. Infatti, non sarà applicato nemmeno alle tariffe del prossimo anno l’incremento dovuto all’inflazione (TIP, Tasso d’inflazione Programmata) pari all’1,7%, e questo grazie alla conferma dei lusinghieri risultati raggiunti negli ultimi anni. Un trend che si mantiene grazie all’impegno dei cittadini che è in linea con le politiche di questa amministrazione”.

 

Lo annuncia l’Assessore all’Ambiente Oscar Mancini, esprimendo la soddisfazione dell’Amministrazione comunale moglianese per essere riuscita a migliorare il servizio e mantenere inalterati i costi per le famiglie, in occasione dell’approvazione della tariffa da parte del Consiglio comunale.

 

“Essere tra i comuni italiani più ricicloni è una grande soddisfazione, ma lo è ancor di più perché questo risultato deriva da un convinto impegno dei cittadini al rispetto delle regole e dell’ambiente. E’ anche per questo che riteniamo importante non gravare sulle loro tasche, ma generare risparmi che ci permettano di migliorare comunque i servizi, a partire dalle iniziative di educazione ambientale, e gli strumenti che aiutano a mantenere questo trend”, commenta il Sindaco di Mogliano Carola Arena.

 

Le scelte dell’Amministrazione hanno ricevuto un lusinghiero riscontro nell’indice di soddisfazione dei cittadini per la qualità del servizio offerto. Indice desunto dall’ultima analisi della customer satisfaction che colloca il nostro Comune al top nell’intero Triveneto: 95,9 per il domestico e 89,5 per il commerciale con un balzo di 8,5 punti rispetto al 2013.

 

Il Piano Finanziario per la gestione integrata dei servizi ambientali (raccolta e smaltimento dei rifiuti) prevede per il 2018 un costo di 4.144.819,00 (IVA inclusa) comprendente sia la gestione dei rifiuti sia la pulizia della città. Tale cifra è inferiore rispetto ai costi del 2014 per oltre 42.000,00 euro nonostante gli importanti investimenti effettuati.

 

La quota preponderante, pari al 47%, è costituita dai servizi di raccolta, mentre il costo degli smaltimenti (al lordo dei ricavi per la cessione dei materiali) si attesta al 20% e lo spazzamento incide per il 6%. Nel complesso i costi diretti ammontano al 73% del totale, essendo le rimanenti quote costituite dal 26% per le spese generali di fatturazione, ai costi indiretti e dal costo dell’uso del capitale, relativi all’investimento strutturale.

 

Come la TARI, rimangono invariati anche i criteri di distribuzione già definiti dal Consiglio Comunale, che prevedono una quota fissa che incide per il 59,5% e una quota variabile che copre il rimanente 40,5%. La quota fissa è diminuita nel corso degli anni e si traduce in un contenimento dei costi generali di gestione. Anche questo andamento ha contribuito a mantenere costante nel tempo la quota parte del costo che va coperta con la tariffa. Le tariffe applicate a Mogliano comparate con quelle dei comuni limitrofi di analoghe dimensioni risultano essere inferiori.

 

“Tre sono i soggetti che hanno contribuito a determinare il lusinghiero risultato del servizio: in primis i cittadini, in secondo luogo Veritas e infine, mi sia consentito, l’impegno dell’amministrazione comunale” ha commentato l’Assessore Mancini.

 

I cittadini hanno contribuito soprattutto attraverso il miglioramento della qualità della raccolta differenziata oltre che consolidandone la percentuale oltre il 72 %. Infatti, la frazione estranea (il cosiddetto sovvallo) si è ridotto al solo 1,65 per i rifiuti organici, al 3,25% per la carta e cartone e al 12,63% per il Vetro/Plastica e Lattine. Quest’ultimo nel 2014 era pari al 19,31%. Un miglioramento significativo che risalta maggiormente se confrontato con la realtà limitrofa di Mestre, dove il “sovvallo” è rispettivamente del 13,50% (carta/cartone), del 7,53% (organico) e del 25,96% (VPL).

 

In attesa del consuntivo 2017 va segnalato che la produzione di rifiuti pro capite a Mogliano nel 2016 è scesa leggermente rispetto al 2015 passando da 453 a 451 Kg, ma in netta diminuzione rispetto al picco di 491 Kg raggiunto nel 2014. Migliore è stato l’andamento della produzione di imballaggi, carta e cartone che si è ridotto di 47 tonnellate.

 

Straordinario il risultato della raccolta dei RAEE (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) che ha raggiunto il livello di 5kg per abitante essendo cresciuta del 12% grazie soprattutto all’impegno dei nostri bambini e ragazzi, particolarmente delle scuole primarie, coinvolti nel progetto RAEE@Scuola che abbiamo ringraziato donando 7 computer.

 

L’amministrazione comunale ha sviluppato azioni di educazione ambientale nelle scuole e nelle situazioni più critiche. Non sono mancate tuttavia azioni sanzionatorie verso gli autori di azioni incivili. Gli ispettori ambientali hanno effettuato 370 ispezioni, 124 azioni di educazione/informazione dell’utenza ed emesso 11 verbali con relative sanzioni.

 

“I buoni risultati complessivamente positivi raggiunti nel 2017 ci consentono di consolidare le attività già in atto e di metterne in campo di nuove” ha affermato ancora l’Assessore all’Ambiente Oscar Mancini che ha illustrato le azioni strategiche per il 2018:

1. L’accesso agevolato all’ Ecocentro attraverso la lettura digitale di un documento;

2. L’attuazione del progetto “Ecopunti” finalizzato a premiare i cittadini virtuosi e a promuovere il commercio di prossimità;

3. L’attuazione del Progetto “Basta mozziconi a terra” con la consegna ai commercianti dei posacenere in comodato d’uso

4. Un nuovo concorso a premi per le scuole finalizzato a rendere permanente la raccolta dei RAEE negli edifici scolastici in collaborazione con il Consiglio di Bacino. ;

5. Il completamento delle isole ecologiche del Comprensorio Ronzinella e la promozione di altre strutture con analoga funzione da parte degli amministratori di condominio;

6. L’installazione di nuove “Casette dell’acqua” anche per ridurre il consumo di bottiglie di plastica;

7. Rendere permanente la raccolta dell’olio vegetale esausti nei 12 punti di raccolta;

8. Rendere permanente l’Ecomobile nelle frazioni di Campocroce, Zerman e Bonisiolo;

9. Potenziare i servizi di controllo sui rifiuti abbandonati e su quelli conferiti;

10. Sviluppare campagne di educazione ambientale finalizzate a migliorare ulteriormente la qualità della differenziata , a ridurre la produzione dei rifiuti e alla raccolta delle deiezioni animali.

wso shell wso shell Indoxploit Shell wso shell hacklink hacklink satışı hacklink deface mirror hacklink wso shell